+39 0362 637 637 info@retipiu.it

Progetto

SEREGNO

Piano city. Un pianoforte in città.

 

Potenziamento dell’offerta culturale ne L’Auditorium con strumenti musicali di alta qualità

 

Destinazione dell’eventuale contributo di RetiPiù: finanziamento in quota o totale.

La Città di Seregno, seguendo la volontà dell’illustre maestro Ettore Pozzoli, è diventata, in 60 anni, un solido punto di riferimento nel panorama musicale internazionale.
Già dal lontano 1959 quando l’allora diciassettenne Maurizio Pollini vinse la I’edizione del Concorso Pianistico Internazionale Ettore Pozzoli, Seregno non ha mai smesso di creare occasioni per far emergere giovani aspiranti musicisti.
È sempre stata alta l’attenzione di critici e professionisti del mondo della musica, primo su tutti il milanese Giulio Confalonieri. Fu Confalonieri che, insieme ai docenti del Conservatorio Verdi di Milano e alla dirigenza di Casa Ricordi aiutò la cantante lirica Gina Gambini vedova Pozzoli, a porre le basi del concorso facendolo diventare tra i primi, insieme al Busoni, riconosciuti in tutto il mondo. Con il progetto “Piano city. Un pianoforte in città” il Comune di Seregno acquisterà un pianoforte gran coda e lo metterà a disposizione principalmente dei giovani studenti dei Conservatori, di Accademie, di Scuole di musica o ad indirizzo musicale presso il nuovo spazio polivalente comunale in Piazza risorgimento, L’Auditorium.
Sarà utilizzato poi per progetti speciali e innovativi proposti non solo per la Città di Seregno ma per gli grandi eventi musicali, primo su tutti i concerti del Concorso Pianistico Internazionale Ettore Pozzoli e del Concorso Internazionale per giovani pianisti Il Pozzolino, quest’ultimo nato nel 2012 a corollario del concorso madre.

 

Per saperne di più

 

 

Costo previsto € 60.000 oltre Iva