+39 0362 637 637 info@retipiu.it

Progetto

DESIO

Monumento bronzeo a Papa Pio XI

 

Restauro del Monumento a Papa Pio XI ed elementi annessi.

 

Destinazione dell’eventuale contributo di RetiPiù: l’erogazione rappresenterà un finanziamento a copertura totale o parziale dei lavori per lotti indicato in progetto.

Ambrogio Damiano Achille Ratti nacque a Desio il 31 maggio 1857. Eletto Papa il 6
febbraio 1922, salì al soglio pontificio con il nome di Pio XI e vi restò sino alla sua
morte, avvenuta il 10 febbraio 1939.
L’atto più famoso del suo pontificato è costituito dai Patti Lateranensi (firmatari lo
Stato Italiano e il Vaticano), che regolarono la presenza della Chiesa nell’ambito
italiano e riconobbero lo Stato della Santa Sede e la sua piena autonomia nelle
relazioni internazionali.
Quel giorno tutto il popolo desiano si radunò nella piazza del paese attratto dal suono
delle campane a festa e il Dott. Cav. Uff. Giulio Gavazzi, podestà di Desio, deliberò di
elevare a proprie spese a Pio XI un monumento che ne eternasse la grandezza.
In tempo brevissimo fu pronto il bozzetto ad opera dello scultore milanese Alberto
Dressler (1878-1949) e il 29 giugno 1929 fu posata la prima pietra. L’inaugurazione
ufficiale del monumento avvenne il giorno 29 giugno 1930.

Il monumento bronzeo di Papa Pio XI è inserito in un impianto a base quadrata, eretto
su una platea rialzata di due gradini rispetto alla quota della piazza circostante. Al
centro, elevata rispetto al resto della costruzione, la statua bronzea che raffigura il
Sommo Pontefice benedicente seduto, con abiti papali, sulla sedia gestatoria. Nella
parte anteriore, ai piedi del Pontefice, due putti reggono lo stemma papale, mentre
nella parte posteriore una composizione di libri, corde e piccozza da scalatore vogliono
ricordare le passioni che il Santo Padre coltivò fin dalla giovane età. Alla base della
sedia gestatoria, uno dei bassorilievi celebra la firma dei Patti Lateranensi.
Agli angoli quattro fontane con quattro statue bronzee raffiguranti le virtù cardinali:
prudenza, giustizia, fortezza e temperanza. Completano il monumento piccole aiuole a
verde tra le fontane, protette da parapetti bassi in ferro lavorato.
Necessario e non più procrastinabile è un intervento di restauro conservativo,
imposto dallo stato attuale di alcune parti del monumento che risultano sporche e
degradate, con porzioni di pietra decoese e sconnesse.

 

Per saperne di più

 

 

Costo € 99.000 IVA incl.